Dopo il vertice di emergenza Onu, tenutosi ieri, il segretario generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon ha definito il test effettuato dalla Nord Corea con l’utilizzo di una bomba all’idrogeno “una grave violazione delle norme internazionali” e ha aggiunto che rappresenta una grave minaccia per la sicurezza della comunità mondiale. Secondo la Nord Corea e il suo presidente, il 33 enne Pyongyang, il suo Paese non sarà il primo ad usare armi nucleare né a diffonderle. “Il nostro è un Paese responsabile”, ha aggiunto. Il test, secondo una nota ufficiale diffusa dalla Corea del Nord, è stato svolto in modo perfetto e non ha avuto nessun impatto negativo sull’ambiente. Secondo gli Stati Uniti il test è una provocazione e uno smacco alle risoluzioni di sicurezza messe in campo dall’Onu. “Le prime analisi – ha detto il portavoce Josh Earnest – non concordano con la rivendicazione del regime di aver testato con successo una bomba all’idrogeno”.