Mentre si avvicina il dibattito parlamentare sul Ddl Cirinnà riguardo alle Unioni Civili,su cui c’è un gap in cui versa l’Italia da innumerevoli anni, il ministro dell’Interno Alfano avverte il Pd “Il tema non fa parte del programma di governo, e c’è il rischio che la palla di neve diventi una slavina. Spero che i democratici trovino un punto di equilibrio”.

La disputa interna al Partito Democratico riguarda le stepchild adoption ovvero la possibilità per una persona di adottare il figlio del partner dello stesso sesso. La parte più cattolica dei democratici ha proposto di far decidere al figlio biologico raggiunta la maggior età mentre l’altra parte più progressista ritiene assurda questa decisione. Il Ddl Cirinnà approderà in aula il 26 gennaio e c’è tempo fino a quattro giorni prima per modificare gli emendamenti.