Carlo Zadra, esperto giuridico e presente nel gabinetto della presidente della Commissione Ue di Jean Claude Juncker si è dimesso. Nessun italiano è ora presente a Bruxelles con questa funzione. Situazione che complica ancora di più i rapporti tra l’Italia e Bruxelles appunto. La decisione di Zadra è arrivata dopo che le sue delegate sono state affidate al britannico Michael Shotter dallo stesso Juncker, che gli ha affidato il compito di coordinamento giuridico di cui era responsabile già Zandra.

Il nostro Paese ha chiesto che il posto scoperto rimanga italiano perché come dice il sottosegretario agli affari europei: “Iniziare il 2016 senza un italiano non faciliterebbe certo i rapporti con l’Italia”. Sandro Gozi ha aggiunto: “Carlo Zadra è un ottimo funzionario, che conosco dai tempi in cui era al gabinetto Reding e con cui ho sempre lavorato molto bene”.