Oggi si è svolto il vertice d’urgenza della Commissione Ue tra Danimarca, Svezia e Germania. I due Paesi danesi hanno deciso di limitare il trattato di Shengen intensificando i controlli alla frontiere. La Germania ha ammesso che il controllo con le frontiere esterne tra Grecia e Turchia non funziona e che le registrazione non vengono effettuate.

A conclusione della riunione, all’indomani di un’altra strage di migranti al largo delle coste turche dove sono morte 36 persone tra cui sette bambini, il commissario Ue Dimitris Avramopoulos ha chiarito che le misure messe in atto per limitare l’afflusso di migranti verso i Paesi europei saranno mantenute fino a quando ci sarà una diminuzione dei flussi migratori. Lo stesso commissario Ue ha aggiunto che non ha informazioni sulla decisione dell’Italia di controllare le frontiere con la Slovenia.