La società francese addetta al traforo del Monte Bianco e dell’autostrada ha licenziato un dipendente perché “in via di radicalizzazione” al terrorismo islamico. L’uomo è stato sottoposto ai controlli dalla gendarmeria e polizia francese dopo lo stato di allerta che vige in Francia a seguito del terribile attacco terroristico del 13 novembre scorso. Durante questi controlli l’uomo sarebbe stato accusato di avere contatti con i militari jihadisti e quindi licenziato dal suo impiego sul Monte Bianco.

Nonostante il licenziamento non risulta che l’uomo sia stato arrestato o sottoposto a misure cautelari. Resta massima allerta sul posto che mette in comunicazione il nostro Paese con la Francia. Ci sono controlli ferrati per chi entra ed esce dall’Italia verso la Francia e viceversa. La società francese non ha voluto commentare l’accaduto.