Renato Soru è stato condannato a tre anni di reclusione per evasione fiscale: è questa la sentenza emessa oggi dal tribunale di Cagliari e pronunciata dal pm Sandra Lepore. Soru, appena uscito dall’aula, ha anticipato la decisione presa poi in seguito: “Non mi aspettavo questa condanna, io non credo di aver commesso reati. Dimissioni da segretario regionale del Pd in Sardegna? E’ una possibilità, voglio restare da solo visto che è un momento grave nella mia vita”.

Soru, che è anche europarlamentare, è stato poi attaccato (con tutto il PD) duramente dal Movimento 5 Stelle, tramite un post pubblicato sul blog del partito e firmato Beppe Grillo. Il patron di Tiscali è accusato di aver condotto delle operazioni finanziarie volte ad aggirare il fisco: una società inglese di sua proprietà, l’Andalas Ldt, con capitale di 2 sterline, ha prestato circa 27 milioni di euro a Tiscali, ricevendo poi gli interessi in seguito su conti italiani.