La conferenza Stato-Regioni ha dato il suo ok al piano del Governo nazionale che prevede la realizzazione di almeno due termovalorizzatori sull’isola che negli anni a venire potrebbe ospitarne anche altri. Per Legambiente però si tratta di una scelta scellerata e che puzza di vecchio.

La Sicilia vede quindi un quasi inizio di lavori in seguito all’approvazione del decreto del Governo Renzi. L’ok arriva anche da Mariella Lo Bello ovvero Assessore siciliano che ha voluto fortemente l’ok alla termovalorizzazione per via delle possibilità di costruirne più di due senza inficiare il livello massimo di rifiuti da incenerire.

A tal proposito, il Governo Crocetta ha ideato e proposto un totale di 6 impianti da destinarsi sempre nella regione siciliana. Ne è felice anche il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. A non stringere le mani però è Legambiente e soprattutto il Presidente per la Sicilia Gianfranco Zanna che spiega come la termovalorizzazione sia una scelta vecchia e stupida e che non può in alcun modo risolvere il problema rifiuti.