La legge sulle unioni civili è passata oggi all’Aula della Camera con 372 voti a favore, 51 contrari e 99 astenuti: è una svolta storica per l’Italia, salutata dall’entusiasmo di Matteo Renzi, Presidente del Consiglio, e Maria Elena Boschi, ministro per le Riforme. Il premier ha dichiarato senza mezze misure: “E’ un giorno di festa. Perderemo i voti dei cattolici? Non abbiamo fatto questi calcoli. Se si devono perdere voti per una battaglia giusta si perdono, facciamola finita”. La Boschi ha esultato su Twitter con l’hashtag #promessamantenuta, aggiungendo poi di aspettarsi che “i primi cittadini applichino la legge“.

Salvini, infatti, aveva commentato l’esito della votazione in modo perentorio, invitando i sindaci leghisti a disobbedire: “E’ l’anticamera di una legge per le adozioni gay“. E dai banchi dell’opposizione, intanto, si comincia a pensare a un referendum abrogativo…