Dopo il caos generatosi a Napoli sabato scorso per la visita di Matteo Salvini, il segretario della Lega Nord ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni a Repubblica, rinnovando la sua personalissima “sfida” ai violenti e ai centri sociali da lui tanto ripudiati.

“Tornerò a Napoli, questo è certo. E con la bella stagione voglio parlare all’aperto, voglio farlo a Piazza del Plebiscito”, esordisce così Salvini che poi prosegue: “Quello che è successo sabato non l’avevo mai visto prima, e lo dice uno che si porta dietro i centri sociali anche alle comunioni. Un sindaco che giustifica e incita i violenti, lui che è anche magistrato. Alla fine ci sono 16 agenti feriti, gente che guadagna 1200 euro al mese per combattere contro questi animali. Ho stretto le mani a tanti, fatto selfie: ma ho dovuto raccomandare loro di nascondere simboli e vessilli, assurdo. Dovessi andare al governo dopo i campi ROM mi occuperò dello sgombero dei centri sociali: hanno la stessa utilità sociale”.