Stanno per partire i saldi invernali 2018: l’anno nuovo porta sconti da record.

E’ forse il momento più atteso per i consumatori: questa settimana iniziano i saldi invernali 2018. Tra domani e sabato in tutta Italia arriva uno dei grandi appuntamenti commerciali del nuovo anno. A tagliare il nastro di partenza è stata oggi la Basilicata, mentre domani toccherà alla Val d’Aosta.

Il clou però inizierà nel weekend, quando tra il 5 e 6 gennaio si uniranno tutte le altre regioni della Penisola. C’è una buona notizia per tutti i consumatori italiani: quest’anno i saldi partiranno con riduzioni dei prezzi più alte della media. La Confesercenti, insieme a Swg, ha condotto un’indagine dove ha stimato una partecipazione molto elevata anche da parte dei negozianti.

A partecipare saranno circa 280mila attività, ovvero uno su tre degli oltre 800mila negozi presenti sul territorio italico. Secondo lo studio un italiano su due farà almeno un acquisto, e chi ha già deciso di acquistare intende spendere un budget di circa 150 euro a persona.

Ma la vera novità rispetto allo scorso anno sarà lo sconto medio di partenza, particolarmente alto rispetto allo standard: il 56% dei negozi partirà con il 30 %, ma tutti gli altri si lanceranno in sconti tra il 40 e il 50%. Insomma, sconti da record.

Roberto Manzoni, presidente di Fismo Confesercenti, plaude all’iniziativa: “E’ un’occasione di risparmio per i consumatori, ma anche di vendita per le imprese, che cercano l’inversione di tendenza dopo l’ennesimo anno fiacco. Anche le vendite di Natale, seppure positive, sono state sotto le attese. Nel 2017 sono spariti altri 2.400 negozi di moda, più di sei al giorno“.

Secondo il Codacons invece questi saldi rischiano di essere “l’ennesimo flop“, con un dato allarmante: il budget dedicato, stando a quanto rivela l’associazione, sarà di 168 euro a famiglia, ovvero un 7% in meno rispetto al 2017.