Parte da Firenze la campagna del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, per il sì al Referendum Costituzionale in programma presumibilmente nel prossimo ottobre. L’Italia voterà sul ddl Boschi che, tra le altre cose, punterà a un fortissimo ridimensionamento del Senato e alla fine del bicameralismo perfetto. 

Renzi ha dichiarato senza mezze misure: “E’ un bivio importantissimo: c’è l’Italia che vuole dire sì e quella ancorata ai no. Due anni fa c’era immobilismo politico, da allora è cominciato un percorso che ha portato a questa grande opportunità. Io sono coerente e dico che la rottamazione non valeva solo quando la chiedevamo noi: se perde il sì non solo lascio il governo, ma mi ritiro dalla politica“. Renzi poi prova a dare lustro al suo operato: “Col Jobs Act abbiamo dato lavoro a 400mila persone in più, ieri hanno potuto festeggiare anche loro. Al di là di tutti i discorsi sul referendum dobbiamo dare agli italiani l’orgoglio di poter far parte di qualcosa di grande”.