E’ un risultato che stravolge la mappa politica del paese e che di certo catturerà l’attenzione degli osservatori internazionali quello del primo turno delle Presidenziali in Austria. Per cominciare, i rappresentanti dei due partiti “storici”, Andreas Khol (popolari) e Rudolf Hundstorfer (socialisti) saranno fuori dal ballottaggio, un risultato forse nell’aria ma di certo non così netto (entrambi si sono assestati attorno all’11%).

La sorpresa assoluta è però il gran risultato di Norbert Hofer, candidato del Partito della Libertà (Fpoe), formazione politica di estrema destra che in passato fu anche del discusso Jorg Haider, deceduto nel 2008. Hofer ha totalizzato il 35.5% dei voti e andrà in ballottaggio contro Alexander van der Bellen, rappresentante del partito dei Verdi e che, probabilmente, chiederà l’appoggio sia a popolari che socialisti per conquistare quella che sarebbe una storica vittoria.