Clima tesissimo all’interno del Partito Democratico dopo le minacce, nemmeno troppo velate, di scissione da parte di Massimo D’Alema in caso di mancata convocazione, nell’immediato, del congresso.

Renzi aveva risposto garantendo che il congresso si svolgerà seguendo i tempi stabiliti, ma il sasso lanciato da D’Alema ha di certo smosso lo stagno del PD. Oggi, infatti, sono arrivate le parole di Pierluigi Bersani. L’ex segretario, che fino ad oggi aveva sempre garantito una “lotta interna” al partito contro l’operato di Renzi, è di colpo apparso possibilista verso qualsiasi scenario: “Ad oggi non posso garantire nulla, così come non minaccio nulla. Porrò delle domande politiche a Renzi su un oggetto che si chiama Italia e mi regolerò sulle risposte che arriveranno”.