Il Ministro dell’Economia italiano, Carlo Padoan, si schiera contro il Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Junker. Per il nostro politico, le riforme attuate dal Governo italiano devono essere riconosciute dalla Commisione che deve garantire al Paese la flessibilità sui conti.

L’incontro si tiene in queste ore all’Aspen Institute Italia, dove vi è anche il cancelliere inglese George Osborne, al quale Carlo Padoan ha chiesto con fermezza i diritti a gestire la politica fiscale interna in modo più flessibile, secondo quelle che sono le attuali regole europee.

Il Ministro dell’Economia ha quindi incitato Bruxelles a trovare una posizione riguardo ai conti italiani prima che sorgano nuove incertezze e che vadano a discapito del Bel Paese. D’altronde i tempi sono maturi e favorevoli, in quanto le nuove norme per il mercato dei capitali europeo possono diventare il giusto background per lo sviluppo dell’Italia.