Il Ministero dell’Interno tedesco ha individuato 31 uomini colpevoli delle violenze della notte di Capodanno a Colonia subite da una novantina di donne in piazze pubbliche. Tra loro ci sarebbero 18 richiedenti asilo che non sono sospettati di violenza sessuale. Gli altri sarebbero: 9 algerini, 8 marocchini, 4 siriani, 5 iraniani, un iracheno, un serbo, uno statunitense e due tedeschi. Gli identificati sono sospettati, nella maggioranza dei casi, di furti e lesioni corporali. Ci sono tre denunce per stupro ma per ora nessuna delle persone individuate sarebbe colpevole di questo abominio.

Angela Merkerl ritiene che sia messa sul tavolo la verità e che si agisca senza sconti per nessuno ma anche con indagini scrupolose, non facendo di tutta l’erba un fascio. “Qui – spiega il portavoce della Merkel – non si tratta in prima linea di profughi, ma si tratta di criminalità”.