Luigi Di Maio ha presentato i candidati del M5S sul palco del Tempio di Adriano.

La fase delle autocandidature online e della valutazione delle richieste è terminata, e perciò ora il Movimento Cinque Stelle esce allo scoperto rivelando “l’identikit” dei propri candidati. Schierati in diversi collegi, i candidati sono secondo Luigi Di Maio il meglio del nostro paese.

Ecco le parole del candidato premier sul palco del Tempio di Adriano, e con cui ha commentato l’elenco: “Inizia una nuova era. Quella dei cittadini nelle Istituzioni e al governo del Paese. Con noi c’è il meglio d’Italia. Per qualcuno fare le liste è stata un’esperienza devastante, per me è stato entusiasmante“.

Per l’occasione, Di Maio ha presentato anche i primi candidati “esterni” agli uninominali: a farne parte sono accademici, ricercatori e addirittura l’ammiraglio in congedo Rinaldo Veri. Anche Maria Domenica Castellone, ricercatrice del Cnr presso l’Istituto di endocrinologia di Napoli, sarà al collegio di Giugliano per il Senato.

Tra i “supercompetenti” (così li definisce Di Maio) ci sono imprenditori, professori, campioni dello sport e del sociale, medici, rappresentanti di associazioni, militari, giornalisti, ricercatori. Figurano altri nomi di spicco come Vincenzo Zoccano (presidente del Forum italiano Disabilità, proposto in Friuli) e Mauro Coltorti (docente di geomorfologia ed esperto di dissesto idrogeologico, proposto al collegio di Ancona per il Senato). Cinzia Boniatti, sociologa e membro della Rete italiana Ecovillaggi andrà a Rovereto, mentre Mauro Vaglio – presidente dell’Ordine degli avvocati – concorrerà per Roma.

Infine, lo stesso Di Maio sarà candidato dal M5s ad Acerra, in un collegio che include anche Pomigliano d’Arco, suo paese d’origine.