Il candidato dei Verdi, Alexander Van Der Bellen, ha vinto le elezioni presidenziali in Austria: il successo acquista particolare valenza sia perché mezza Europa “temeva” la vittoria del candidato della destra ultra-nazionalista, Norbert Hofer, sia perché lo scarto tra i due è stato davvero minimo. Van Der Bellen l’ha spuntata grazie a una differenza di 31.026 voti (il 50.3% delle preferenze), scaturita dopo il conteggio dei votanti a distanza (circa 900mila persone).

Grande fair play tra i due, con Hofer che ha riconosciuto subito la sconfitta su Facebook (con uno scarto così esiguo in molti avrebbero chiesto riconteggio schede) e col neo-presidente che ha reso l’onore delle armi dichiarando: “Siamo le due metà del paese, gli elettori di Hofer hanno tutto il mio rispetto e comincerò a lavorare anche per loro“.