A seguito degli abusi a Colonia in Germania subiti da 90 donne da parte di un centinaio di uomini, il ministro della Giustizia tedesco ha annunciato possibili espulsioni ai richiedenti asilo che hanno partecipato alla violenza della notte di Capodanno. “Le espulsioni – ha detto il ministro della Difesa tedesco e socialdemocratico Heiko Maas- sono ammesse per i richiedenti asilo se condannati a un anno o più di prigione, pena possibile nel caso di reati sessuali”.

La polizia però ha individuato solo tre persone di origine araba o nord africana come sospetti dei vari palpeggiamenti, stupri e violenze fisiche ai danni delle 90 donne nella notte di Capodanno. L’accaduto ha scatenato pesanti polemiche e non sono ancora note tutte le donne che hanno subìto l’aggressione. La Merkel è accusata della sua politica di accoglienza ai rifugiati.