E’ arrivata oggi, a sorpresa, una notizia che rimescola le carte in vista delle prossime elezioni politiche in Germania, in programma nel 2017. La cancelliera Angela Merkel potrebbe non trovarsi di fronte Martin Schulz, come ampiamente pronosticato fino a questo momento.

Il presidente uscente del Parlamento Europeo (celebre in Italia per un insensato attacco subito da Berlusconi diversi anni fa), secondo quanto rivela l’edizione online di Spiegel, avrebbe deciso di non candidarsi come rappresentante del suo partito, la SPD (i socialisti) che punterebbe invece sull’attuale vice-cancelliere, Sigmar Gabriel. Le motivazioni potrebbero essere molteplici, una su tutte l’immagine ritenuta troppo “europeista” in questo momento di Schulz. Considerato che, come previsto dalla stessa Merkel, i movimenti nazionalistici di estrema destra potrebbero rappresentare una seria minaccia, le posizioni di Schulz potrebbero non risultare redditizie.