Mario Draghi a muso duro, durissimo: il Presidente della Banca Centrale Europea ha replicato fermamente alle critiche provenienti dalla Germania dopo la decisione, di qualche mese fa, di abbassare notevolmente i tassi d’interesse. E, anzi, rilancia: “I tassi potrebbero scendere ancora nei prossimi mesi, di certo non si toccheranno fino al termine del 2017”.

A chi gli chiede dei rapporti con Berlino, Draghi risponde secco: “La Bce ha un mandato per l’Eurozona e non deve concentrarsi solo sulla Germania. Noi seguiamo le leggi e non obbediamo ai politici. Se un presidente non italiano agirebbe allo stesso modo? Assolutamente sì, le decisioni vengono prese e condivise dall’intero comitato. Senza contare che anche l’ex Presidente Trichet ha dichiarato che misure diverse, e non così forti, non servirebbero a nulla”.