E’ una voce clamorosa quella riportata stamattina da “Repubblica”: secondo il quotidiano, Jean-Claude Juncker sarebbe pronto a dimettersi e lasciare il posto di Presidente della Commissione Europea.

Le prossime quattro settimane potrebbero essere decisive per il futuro dell’ex Premier del Lussemburgo, a capo della Commissione dal 2014 quando fu nominato al posto di Barroso. Già qualche mese fa Juncker aveva anticipato di non voler correre per un secondo mandato: teme che la Brexit possa ulteriormente indebolire il sentimento europeo e che alle porte ci sia una stagione davvero complicata per l’UE con diversi governi “spaccati”.

Il mandato di Juncker (che scade nel 2018), europeista convinto e sostenitore di una politica economica “tollerante”, potrebbe essere portato a termine da uno dei suoi due vice-presidenti: il popolare finlandese Jyrki Katainen o il socialista olandese Frans Timmermans.