Sono puntualizzazioni importanti quelle fatte da Tito Boeri in merito alla reperibilità in caso di malattia. Per il Presidente dell’INPS sarà fondamentale uniformare il settore pubblico e quello privato nel numero di ore e nelle fasce previste.

L’idea è quella di attuare il metodo che oggi coinvolge i lavoratori del settore pubblico: sette ore al giorno con fasce confermate (9-13 e 15-18). Per Boeri questo consentirebbe “una miglior gestione dei medici, ridurre notevolmente le spese e svolgere i controlli in modo molto più efficiente”.

L’altra novità sostanziale è che l’INPS si occuperebbe dei controlli in entrambe le aree. Attualmente l’ente pensionistico gestisce le visite fiscali solo nel settore privato, mentre in quello pubblico sono le ASL locali ad occuparsene. Il tutto, comunque, è già compreso all’interno del Decreto Madia.