Centrodestra: Berlusconi, Meloni e Salvini vanno a cena e nasce l’intesa. Al via il patto dell’arancino.

E’ un Silvio Berlusconi raggiante quello che parla una volta terminata la cena siciliana della scorsa sera. Intorno all’1:30 il Cavaliere ha preso parola e ha dato alcuni dettagli dell’esito dell’incontro avvenuto insieme agli altri leader dell’area di centro-destra, Giorgia Meloni e Matteo Salvini: “E’ andata benissimo“.

Gli fa eco la fondatrice di Fratelli d’Italia: “E’ andata benissimo. Abbiamo stretto a Catania il Patto dell’arancino, abbiamo gettato le basi per ricostruire il centrodestra: non abbiamo parlato di leadership e di cariche, ma dei problemi che dobbiamo risolvere dopo i problemi creati dalla sinistra“.

Nel locale è arrivata anche la foto che sigilla una nuova intesa, trovata a quanto pare anche con il più scettico dei tre, ovvero Salvini. Il leader della Lega è sempre stato riottoso con la possibilità di un’alleanza, ma negli ultimi tempi la sua posizione sembra essersi ammorbidita.

Insieme a loro a tavola c’è anche Cesa, Musumeci e Sgarbi. Meloni, appena arrivata, aveva detto: “Non mi appassionano le discussioni su chi arriva prima: anch’io sono ritardataria, sono qui per salutare gli altri e Musumeci, poi arriveranno gli altri, ci prendiamo un caffe’ e sara’ il primo appuntamento di una serie“. Dunque, sembra proprio che dopo mesi di tensioni e ripicche, a destra la situazione si stia rasserenando.

Dopo Meloni sono arrivati anche Berlusconi e Salvini, che ha dichiarato: “Ho cenato con i miei militanti altrove sono qui per il caffe’, l’ammazzacaffe’ e un cannolo“. A tavola però sono arrivati anche gli arancini. Il leader leghista infine chiarisce un ultimo punto: “Non abbiamo mai parlato di ministri, viceministri, Consiglio dei ministri: e’ l’ultima cosa che mi interessa. Oora mi interessa solo della Sicilia. Del resto si parlera’ da lunedi’ in poi“.